Rischi specifici
La valutazione dei rischi, così come definita dal Testo Unico in materia di sicurezza e salute (D.Lgs. 81/08 e smi coordinato al D.Lgs. 106/09) deve riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli derivanti da esposizione ad agenti fisici, biologici, sostanze pericolose ed atmosfere esplosive ai sensi del Titolo VIII, IX, X, XI del D.Lgs 81/08.
Sono soggette a Valutazione tutte le imprese (come da Art. 3 comma 1) con lavoratori dipendenti con qualsiasi tipologia di contratto appartenenti a tutti i settori di attività, privati e pubblici, sottoposte al rischio in oggetto. La valutazione del rischio specifico deve essere valutata e redatta in modo da identificare e adottare le opportune misure di prevenzione e protezione dello stesso o a seguito di infortuni significativi o quando i risultati della sorveglianza sanitaria ne evidenzino la necessità.
La valutazione dei rischi derivanti da esposizioni ad agenti fisici, biologici, sostanze pericolose ed atmosfere esplosive deve essere aggiornata ogni qual volta si verifichino mutamenti come ad esempio variazioni nel ciclo produttivo, inserimento di nuovi prodotti o sostanze che potrebbero renderla obsoleta, ovvero, quando i risultati della sorveglianza sanitaria rendano necessaria la sua revisione.